https://www.fapjunk.com https://pornohit.net london escort london escorts buy instagram followers buy tiktok followers Ankara Escort Cialis Cialis 20 Mg
domenica, 25 Febbraio 2024

Iris Firenze – La parola alla Direttrice Tecnica Costanza Dainelli

Altri articoli

Già al termine della prima prova di Napoli le potenzialità si erano viste ; poco prudentemente ma con realismo su questo sito si iniziava già a parlare di promozione. Iniziativa tutta personale.

Anche a Desio sono arrivate conferme e l’Iris sempre con i piedi per terra, basso profilo e lavorare  a testa bassa. Declinati con gentilezza inviti a commentare le tappe intermedie per scelta societaria.

 

A Fabriano terzo posto, Iris sempre sul podio nel Campionato di Serie B : promozione strameritata.

Lo storico risultato è l’esito di un lungo percorso di lavoro e organizzazione societaria che parte da lontano e che la Direttrice Tecnica Costanza Dainelli spiega bene nell’intervento sottostante  rispondendo con cortesia all’invito a condividere con tutti noi il bel momento di successo che stanno vivendo e a farci sapere di più su chi ci sia dietro oltre a quello che abitualmente vediamo da spettatori.

Ecco le sue parole:

” E’ nostra abitudine mantenere un profilo basso ,soprattutto quando si tratta di competizioni così complesse e con un livello tecnico così alto.

Avevamo ragione.La gara di oggi ad un certo punto ci ha fatto temere che il nostro sogno andasse in fumo.
Non potevamo contare sull’apporto tecnico di nessun prestito, ma solo sulle nostre atlete che ,con un lavoro costante, hanno portato a termine un’ottima prova.Ogni società presente in questo campionato lavora sodo per poter raggiungere questo traguardo, per cui sapevamo che sarebbe stata una gara sul filo di lana.
Siamo scese in pedana per ultime e i punteggi ottenuti dalle altre società ,che ci avevano preceduto, erano tutti decisamente degni di nota.
Ma le nostre ragazze sono entrate serene in pedana ,con la tranquillità di avere fatto il massimo ma anche con la certezza che potevano contare su una esecuzione precisa e pulita.
La nostra  preoccupazione era dover vedere le nostre ragazze non poter coronare questo sogno, partito da lontano.
Il nostro   lavoro occupa gran parte della nostra  vita e non sarebbe stato certo  un risultato negativo che ce  lo avrebbe  fatto amare di meno nè,per contro, adorare di più se ci fosse stata una vittoria.Ma queste ragazze ,le nostre ragazze, Micol Masetti,Carlotta Vettori, Monica Marchidan Aurora Corradino e Aurora Bertoni lo aspettavano da tempo.
Dietro questo traguardo ci sono anni di lavoro e tante ginnaste irissine che hanno preparato la strada con le loro carriere e il loro percorso agonistico.Mi piacerebbe davvero dire grazie alle irissine Carolina Zampelli e Sophie Thiam che hanno costruito parte della nostro cammino;
un grazie a Giulia Belli, oggi dirigente della nostra società che contribuisce attivamente nella parte manageriale e dell’immagine della nostra Ginnastica Iris ;Ylenia Bellacci  tecnica dello staff agonistico e artefice  con sua mamma dei nostri body.Mia figlia Elisa Latini che  si occupa del settore agonistico insieme al nostro staff;Daria Velius che da qualche anno segue il settore agonistico gold e silver e Alessia Fancelli responsabile  del settore agonistico gold  che, insieme alle ginnaste, hanno reso possibile questo traguardo.Un grazie a la nostra dirigenza che ci ha affiancato in ogni nostra scelta e a tutti i genitori irissini che non hanno mai smesso di sostenerci.Inoltre un grazie all’ex dtR prof .ssa Sara Lopes e all’attuale dtR Emanuela Agnolucci che,in questi anni, hanno visionato incoraggiato sostenuto il nostro percorso conclusosi con questo importante traguardo.
Domani ripartiremo con il nostro lavoro costante ,a piccoli passi ,per provare ad arrivare preparati a questo importante campionato, la serie A 2:”Nessun primo violino ma tanti triangoli che suonano all’unisono nella stessa orchestra”. 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

You cannot copy content of this page