https://www.fapjunk.com https://pornohit.net london escort london escorts buy instagram followers buy tiktok followers Ankara Escort Cialis Cialis 20 Mg
domenica, 21 Aprile 2024

Serie A – fascino e timore

Altri articoli


La Serie A è una tappa importante per ogni ginnasta, la pedana al livello più alto che affascina e intimorisce. Come vivono le atlete che partecipano al campionato tali momenti, qual’è il rapporto tra di loro e come si preparano a tale evento.
L’abbiamo chiesto anche in rappresentanza delle altre ginnaste di Terranuova ad Anastasia Mazzoni che con si ringrazia, unitamente a Natalia Krivosheina e Luciana De Corso, per la disponibilità.

Prima volta in Serie A1 nonostante tu abbia già avuto esperienza in A2 e nei campionati individuali.
Che esperienza e che sensazioni ti ha trasmesso la massima serie?

L’ esperienza in Serie A1 è stata bellissima ,molto emozionante e soprattutto nuova non solo per mé ma anche per tutte le mie compagne. Partecipare al campionato di Serie A1 con ginnaste di livello internazionale è stata  sia la realizzazione di un sogno che uno stimolo per poter sempre migliorare e dare il massimo imparando anche da ginnaste molto più esperte. Ovviamente ho sentito molta responsabilità perché questo campionato è un bel traguardo ma non mi sono tirata indietro e ho cercato di portare in pedana il mio meglio dando il massimo.

Quando lo speaker ti chiama in pedana cosa succede in te?

Quando entro in pedana cerco di isolarmi da tutto il resto,entrare tranquilla senza guardarmi troppo intorno e provare a portare a termine il mio esercizio al meglio e soprattutto di divertirmi e godermi la pedana comunque vada . Ogni volta appena lo speaker pronuncia il mio nome stringo forte la mano della mia allenatrice Natalia,butto l’ asciugamanino per terra e penso a fare il mio senza farmi condizionare da nessuno.

Hai partecipato alla seconda e terza prova impegnata a nastro e palla ottenendo punteggi molto buoni. Con quale attrezzo hai più confidenza e di quale esecuzione sei più soddisfatta?

Credito foto – Massimo Pompilii

Nastro e palla sono sempre stati i miei esercizi di punta, mi trovo bene con entrambi e li preferisco agli altri due. Sono molto soddisfatta del nastro perché non mi aspettavo di riuscire a portare un esercizio pulito all’ esordio in un campionato cosi importante dato che solitamente sento molto la pressione in gara.Per me la seconda prova è stata quindi una sorpresa,una sfida con me stessa e con il mio carattere un pochino pauroso che son riuscita a vincere. Della palla invece sono molto meno soddisfatta perché nonostante non abbia fatto perdite non ho comunque eseguito tutto ciò che avevo nell’ esercizio sporcandolo troppo .Anche questa è esperienza e cercherò di concentrarmi di più alle prossime gare senza farmi prendere troppi dall’ emozione che spesso mi fa sbagliare.

Terranuova ti ha offerto la possibilità di gareggiare al massimo livello. Che ambiente hai trovato e in cosa differisce rispetto alle esperienze precedenti?

Mi sono trovate bene in ogni società. A Terranuova c’è un clima molto sereno e tranquillo sia tra di noi che con le allenatrici e in palestra si sta bene. Sicuramente ci sono allenamenti più duri e intensi prima delle gare ma non mancano momenti divertenti e di gioia…insomma in palestra si respira un bel clima. Diversamente rispetto ad altre società in cui sono stata  tra noi ragazze sia di Terranuova che Montelupo ci conosciamo tutte e siamo molto amiche inoltre c’è un bel rapporto anche tra allenatrici e secondo me l’ amicizia al di là della società è qualcosa di molto bello e stimolante.
Un aspetto che caratterizza questa società è proprio il fatto che ci sosteniamo sempre a vicenda e cerchiamo di aiutarci quando c’è bisogno: è così tra noi della serie A ma anche in generale tra tutte le ragazze sia di Terranuova che di Montelupo e ovviamente anche le allenatrici fanno la loro parte.
Durante il campionato personalmente mi sono arrivati molti messaggi da mie ex compagne di altre società e qualcuna di loro è venuta anche a vederci e questo mi fa molto piacere.

Con Carlotta Fulignati ti alleni a Montelupo. Quale tecnica vi ha preparato gli esercizi per la Serie A e come sono stati distribuiti i vostri allenamenti?

Mi alleno con Carlotta da poco ma ci conosciamo da molto più tempo.I nostri esercizi sono stati montati da Natalia Krivosheina in collaborazione con Luciana (De Corso).Spesso mi diverto anche a montare gli esercizi e a modificarli da sola e dopo ovviamente vengono rivisitati dalla mia allenatrice. Io e Carlotta ci alleniamo principalmente a Montelupo ma prima della serie A ci spostiamo a Terranuova ospiti in casa di altre ragazze.

Su quali aspetti tecnici lavorerete per minimizzare gli errori che sono capitati durante il campionato?

Credo che ognuno lavorerà sui propri punti deboli per cercare di rafforzarli sia per se stessa che per la squadra. In particolare io devo lavorare molto sulla precisone , sulla pulizia e soprattutto sulla stabilità e la gestione delle emozioni in gara.In più cercherò di migliorare anche gli altri due attrezzi.

Ti ritieni soddisfatta nel tuo percorso in Serie A1?

Sono molto felice di aver partecipato a questo campionato e ringrazio tutte le persone che mi hanno permesso di vivere questa esperienza,in particolare Natalia,Luciana, Elisa,Maddalena e Carlotta.
Ci sono stati molti errori ma cercheremo di riscattarci il prossimo anno.

 

Altri articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi articoli

You cannot copy content of this page